Arredo italiano o di importazione? Suggerimenti utili per la scelta

11 giugno 2018
Arredamento

L’arredo italiano ha delle indiscusse caratteristiche di superiorità: originalità del design, lunga tradizione nel settore, capacità di innovazione, utilizzo di materiali di qualità e grande attenzione ai dettagli e alle finiture.

Al momento dell’acquisto di nuovi mobili, accessori, complementi e attrezzature la scelta del Made in Italy sembrerebbe quasi obbligata. In effetti, lo è nella stragrande maggioranza delle situazioni.

Pensate però a stili di arredamento specifici come quello etnico o quello scandinavo. In questi casi, gli articoli di importazione sono i più indicati.

Date un’occhiata alla nostra guida per scegliere le soluzioni migliori per case, hotel, ristoranti e strutture ricettive.

Arredo italiano: vantaggi e caratteristiche

Stile classico e mobili di pregio fanno rima con Made in Italy. La nostra tradizione artigianale affonda le radici nell’epoca degli ebanisti toscani che, nel Rinascimento, toccarono le vette massime in termini di creatività.

L’arredo italiano è da preferire nel caso di un design elegante che punta sulla raffinatezza della tradizione artigianale. 

Se il vostro designer di interni e di esterni vi consiglia uno stile classico o uno stile classico-contemporaneo, dovete acquistare mobili italiani.

Se preferite l’arredamento etnico, lo stile provenzale oppure lo stile scandinavo, è bene scegliere aziende straniere che si rifanno alla loro tradizione nazionale e utilizzano materiali locali.

In entrambi i casi fate sempre attenzione ai fornitori e agli operatori a cui vi rivolgete. Purtroppo, l’arredo italiano è spesso vittima di illeciti.

Per arginare la situazione la Comunità Europea ha promulgato una serie di norme inerenti all’etichettatura Made in Italy. Secondo la legislazione vigente, arredi e complementi si possono definire italiani quando vengono progettati, lavorati e confezionati in Italia.

Infine, se siete attenti all’ambiente: l’arredo italiano è la vostra soluzione. Da una ricerca di Federlegno Arreda del 2016 risulta, infatti, che le aziende italiane del mobile sono tra le più sostenibili d’Europa.

Accessori e attrezzature per cucine: perché preferire i produttori italiani

Se dovete allestire le cucine di ristoranti, pizzerie, hotel e bar, la produzione italiana delle attrezzature è raccomandata per la ricambistica e per la manutenzione.  Affettatrici, friggitrici, piastre da cottura, griglie, fornelloni e tritacarne di produzione italiana permettono di ridurre i tempi di attesa in caso di cattivo funzionamento o di usura delle componenti.

I contatti sono più immediati e gli interventi tecnici più rapidi, con una conseguente riduzione dei tempi di fermo delle attrezzature. Se considerate che fermo delle attrezzature significa interruzione del lavoro, l’assistenza più diretta è sicuramente un bel vantaggio.

I pezzi di ricambio originali, inoltre, arrivano dal produttore al cliente. Ricambistica originale significa maggiore garanzia di durata nel tempo rispetto ai ricambi non originali.

In realtà, società italiane come Mac Italia, Teknoline, Amitek hanno raggiunto un tale livello di eccellenza tecnica da risultare un’ottima scelta a prescindere dalla celerità del servizio di assistenza.

Potrebbero interessarti